OltreLuogo: la città che parla di noi


OltreLuogo: la città che parla di noi è un progetto di Acea Onlus in collaborazione con Fondazione ISMU, CPIA5 Milano e Associazione Porto di Mare, realizzato con il contributo di Fondazione di Comunità Milano nell’ambito di Bando57 – 2020.

OltreLuogo è un progetto di inclusione sociale, rivolto a giovani neo maggiorenni stranieri/e tra i 18 e i 23 anni e incentrato sul rafforzamento del capitale sociale e delle attitudini relazionali personali, intesi come strumenti indispensabili per un’esperienza di inclusione positiva. Attraverso un percorso di co-progettazione con i beneficiari il progetto trasforma la città di Milano da reticolo di strade a crocevia di relazioni. La città diventa teatro di inclusione che dagli individui costruisce comunità. 

L’aspetto relazionale-sociale è il collante che – insieme a quello amministrativo – può tenere insieme i fattori per il raggiungimento di una condizione di autonomia e soddisfacimento personale. Un capitale sociale solido significa maggior opportunità per il futuro. La dimensione relazionale è uno strumento potentissimo e cruciale nella costruzione dei processi di inclusione e per la rigenerazione identitaria di soggetti resi fragili da esperienze traumatiche, emarginazione, allontanamento dalla comunità di appartenenza. Rafforzare il capitale sociale dell’individuo significa generare comunità, intesa come risorsa per il futuro e dispositivo di contrasto ai fenomeni di marginalità, sofferenza e discriminazione.

OltreLuogo è un percorso di co-progettazione della durata di un anno, da marzo 2021 a marzo 2022, in cui i ragazzi beneficiari sono anche attori delle azioni progettuali che pongono in relazione individui e città nella convinzione che quest’ultima possa essere non solo un luogo in cui spostarsi, ma una risorsa per costruire il proprio futuro.

Guidati da formatori, operatori e volontari i ragazzi e le ragazze vengono condotti nella realizzazione di itinerari guidati della città di Milano costruiti a partire dai desideri individuali e dalle mappe esperienziali degli stessi beneficiari. Non semplici visite turistiche della città, ma cartografie delle esperienze, in cui visioni individuali e futuro si proiettano tra i reticoli urbani che acquisiscono un nuovo senso.
Lavorando attivamente all’interno dei laboratori i ragazzi seguono l’interno processo di realizzazione degli itinerari, dai primi momenti di mappatura, alla ricerca sul campo, dalla logistica dei percorsi, al piano di comunicazione e marketing del progetto.

Attraverso il susseguirsi di attività laboratoriali condotte con metodologie multidisciplinari, focus linguistici e percorsi di formazione specifica ai ragazzi è offerta la possibilità di rafforzare le proprie reti e conoscenze del territorio, di consolidare le proprie capacità e di affacciarsi a nuove competenze utili anche nel mondo del lavoro.

Sede del progetto è lo spazio TheArtLand della Fabbrica del Vapore, ma le diverse attività proposte si articolano tra momenti in aula e momenti in esterna, trasformando la stessa città in un’aula inclusiva e diffusa.

Sei un operatore/trice o un educatore/trice che lavora con MSNA e giovani stranieri? Ti occupi di accoglienza? Lavori per una cooperativa o una associazione che fornisce servizi ai giovani stranieri? Una casa famiglia?
Se sei interessato al progetto e pensi che i ragazzi per cui lavori possano essere interessati allora contattaci all’indirizzo: aceaodv@gmail.com

Scarica il MEDIA KIT e la SCHEDA del progetto. Troverai tutte le informazioni che cerchi!

Acea odv (già Onlus)

CF 97244310153
Via F. Confalonieri 3 20124 Milano

aceaodv@gmail.com
+39 02 8425 9130

Privacy

Seguici
Dove trovarci
Acea odv -